Diventare un ITSP (Internet Telephony Service Provider) per un rivenditore vuol dire offrire ai propri clienti soluzioni innovative in grado di stare al passo con i tempi.

Dall’inizio della pandemia, sempre più imprese hanno utilizzato gli strumenti di Unified Communication & Collaboration – tra cui videoconferenze e messaggistica istantanea – nel quotidiano.

Cambiamenti che, secondo gli esperti, sono irreversibili. Tante aziende, infatti, hanno già aperto alla possibilità di lasciar lavorare da remoto i propri dipendenti, almeno qualche giorno alla settimana. Altre, in cambio, hanno colto l’opportunità per ridisegnare la propria organizzazione, scegliendo per il loro organico i migliori talenti, indipendentemente dalla loro posizione geografica.

La telefonia in cloud è il fattore che abilita tutti questi cambiamenti. Non offrire queste soluzioni, per un rivenditore, vuol dire quindi non saper cogliere l’evoluzione del mercato e rischiare di poter perdere dei clienti.

Diventare ITSP per una maggiore competitività

Nei prossimi mesi osserveremo come i cambiamenti messi in modo dalla pandemia ridisegneranno le relazioni lavorative all’interno delle aziende. Con il lavoro da remoto che passerà da risposta a un evento disruptive a vero e proprio benefit aziendale, sempre più aziende sceglieranno un centralino telefonico in cloud.

Per un rivenditore, non offrire queste soluzioni nel proprio portfolio è una scelta anacronistica e che rischia di renderlo poco attraente rispetto ai competitor.

Le aziende oggi hanno bisogno delle giuste tecnologie che le aiutino a navigare questi cambiamenti. E per questo la strategia IT aziendale non può prescindere dal cloud, a partire proprio dalla gestione della comunicazione, elemento fondamentale al successo dell’organizzazione. Scegliendo un partner affermato, in cambio, il rivenditore può allargare la sua cerchia clienti. Inoltre, proponendo ai suoi clienti soluzioni innovative in grado di rispondere alle loro esigenze, consoliderà il rapporto di fiducia coni clienti stessi.

 

Diventare un ITSP per vendere un servizio di alta qualità

Scegliere di diventare un ITSP vuol dire vendere un servizio di alta qualità: con la scelta del giusto partner si potrà contare su un servizio sicuro, affidabile e sempre aggiornato.

Il vantaggio di vendere un servizio in cloud, infatti, è che dei costi della manutenzione e dell’aggiornamento del servizio si occupa il provider. Per il rivenditore, questo vuol dire avere sul suo portfolio un servizio sempre all’avanguardia.

E, soprattutto, avere un servizio sicuro. L’aumento dell’utilizzo delle tecnologie digitali ha infatti portato a un incremento negli attacchi informatici a danno delle imprese. Scegliendo il giusto partner, il rivenditore può garantire ai suoi clienti un servizio sempre affidabile e, appunto, sicuro.

Molti provider, infatti, si dotano di data center geo-ridondanti per la protezione del servizio da malfunzionamenti e da attacchi esterni e della crittografia per archiviare i dati in tutta sicurezza.

 

I vantaggi di diventare un ITSP: una partnership scalabile

La scelta del partner è fondamentale. Non solo per quanto riguarda la soluzione offerta, ma anche per il programma di partnership rivolto ai rivenditori.

È importante, prima di tutto, che siano chiari gli oneri e i benefici per il rivenditore. Inoltre, i migliori programmi di partnership prevedono diversi livelli di partecipazione per i rivenditori. Ciascun livello è caratterizzato da obblighi e benefici differenti.

Ma entrare a far parte di una partnership con un fornitore di Pbx in cloud vuol dire molto di più che rivendere una soluzione. I programmi di partnership, infatti, solitamente offrono una formazione pre-vendita per spiegare bene al rivenditore tutte le caratteristiche della soluzione. A questo si aggiunge la possibilità di usufruire dei corsi di aggiornamento del partner e di diversi livelli di assistenza tecnica, con supporto anche da remoto.

 

Diventare un ITSP, altri vantaggi

Inoltre, i migliori programmi di partnership prevedono dei bonus o premi per il rivenditore che raggiunge determinati obiettivi.

E poiché il successo del rivenditore è anche il successo del provider, i migliori fornitori mettono a disposizione ulteriori vantaggi per i loro partner: non solo materiali, guide, aggiornamenti e promo dedicate, ma anche materiali marketing e supporto alle campagne. Quello che si creerà con il provider è un vero e proprio rapporto di fiducia, all’insegna di una collaborazione che va a vantaggio di entrambi.

CTA-white-paper-centralino in cloud

Condividi su: